Descrizione Progetto

ORATORIO DI S. GIOVANNI BATTISTA

La Veneranda Confraternita della SS.ma Trinità e San Giovanni Battista in Ovada, ha origini antichissime, che si possono far risalire all’alto medio evo ed alle compagnie dei flagellanti e dei penitenti, prolifiche in quel tempo. Le notizie certe risalgono al 1532. Tra la fine del 400 e l’inizio del 500 per costruire l’oratorio dedicato a San Giovanni Battista si utilizzò una preesistente cappella cimiteriale, a ridosso delle mura che cingevano il borgo. Una caratteristica distintiva dell’oratorio è lo scalone di ingresso.

Nel 1645 la Confraternita venne aggregata all’Arciconfraternita della SS.Trinità dei convalescenti e dei pellegrini di Roma.

La tradizione che si ripete ogni anno dal 1827 è rappresentata dalla processione del 24 giugno,solennità della Natività di San Giovanni Battista. Vengono portate in processione due “ casse”lignee: una,la più pregiata dal peso superiore ai 14 quintali, raffigura la decollazione di San Giovanni Battista ,opera di Anton Maria Maragliano (1664-1739) e l’altra raffigura il Battesimo del Cristo da parte del Battista( seconda metà del XVIII sec. con intervento di Luigi Fasce ,1695-1760).

Durante la processione si possono osservare anche le cappe in raso di seta gialla con mantellina orlata e ricamata in argento,le cappe di stoffa rossa con tabarri in velluto nero ricamati in oro e argento, le cappe dei portatori delle casse e dei bambini che le accompagnano che sono di stoffa rossa. (da cui il titolo popolare di Oratorio dei “rossi” )

FESTIVITÀ

Solennità della Natività di San Giovanni Battista

24 giugno